Il paesaggio dell'Appennino reggiano presenta anche affioramenti di rocce vulcaniche, talvolta di modeste dimensioni, talvolta con aspetto di vere e proprie montagne. Si tratta delle ofioliti, resti di antiche eruzioni sottomarine, la cui presenza più spettacolare si trova nel comune di Canossa, sulla destra idrografica del rio Cerezzola, dove è stata creata la Riserva Naturale della Rupe di Campotrera per tutelare la particolare fauna e soprattutto flora che vi si è insediata. Si tratta di pareti rossastre alte decine di metri sulla quali poi fu costruito il castello matildico detto, dal colore della roccia, di Rossena insieme alla torre di Rossenella.