Il comune di Villa Minozzo, il più vasto della montagna, presenta una varietà di paesaggi e una ricchezza di borghi storici proporzionate alla sua estensione. Anche se il progetto degli itinerari cicloturistici realizzato dal Comune di Castelnovo Monti non prevede, per ora, una estensione del sistema degli itinerari segnalati anche a questo territorio, abbiamo ritenuto utile proporre ugualmente un percorso ad anello che congiunge il capoluogo Villa Minozzo con Civago, la “perla” dell’Appennino, passando per la Val d’Asta e la valle del Dolo. Dobbiamo quindi avvertire che, a differenza degli altri tre, questo percorso non è segnalato in loco dai caratteristici cartelli che, lungo le strade, guidano il ciclista durante il suo procedere né sono stati attivati quei punti di rilevamento automatico dei tempi che costituiscono la novità e il pregio degli altri tre itinerari. Ugualmente non disponiamo, per questo anello, dei dati tecnici che corredano gli altri percorsi. Ci limitiamo a dire che l’anello di Villa Minozzo, come viene qui proposto, è lungo complessivamente 42 chilometri e non presenta particolari difficoltà, snodandosi su strade provinciali ampie e bene asfaltate.
Civago è il centro turistico più importante ma rivestono un notevole interesse, per chi non disprezza i monumenti “minori” e meno conosciuti, anche le borgate di Governara, con alcuni elementi architettonici risalenti al tardo medioevo, Cervarolo, con il più antico portale quattrocentesco dell’Appennino reggiano e Costabona, capitale del “maggio”, per non parlare poi della caratteristica Torre dell’Amorotto recentemente restaurata.