La Corte San Bernardino (conosciuta anche come Casa Folloni dal nome dell’attuale proprietario) è attestata già nel XII secolo con il nome di Villa dei Reatini. Successivamente diviene proprietà degli Augustoni, illustre famiglia correggese al servizio degli Estensi in importanti funzioni. Nella villa fu ospitato nel 1423 il celebre predicatore francescano San Bernardino da Siena, oratore straordinario e propagandista del nome e del monogramma di Gesù (il Santo è oggi venerato come protettore dei pubblicitari). La corte, in origine chiusa (è andata distrutta l'ala meridionale), risale all'epoca matildica e venne risistemata nel secolo XV con villa padronale a ponente, torre colombaia a settentrione, oratorio cinquecentesco dedicato al santo. La villa è l’edificio più importante, costituito da un corpo centrale e da due ali avanzate. La torre posta nel lato nord è molto antica, mostrando piccole colonne romaniche in cotto. Nel salone principale della villa recentissimi lavori di restauro hanno rilevato affreschi secenteschi di ottima fattura, con lo stemma degli Augustoni, prospettive architettoniche, nature morte e il ritratto di una dama con un gattino, di incerta identificazione. La corte è gestita dall’associazione culturale San Bernardino da Siena, che vi organizza manifestazioni in collaborazione con il Comune di Campagnola.

Link

Informazioni utili
vai alla pagina dello IAT di Reggio Emilia