Un interessante itinerario matildico si snoda sul lato di sud-est della provincia di Reggio. Si parte dal capoluogo e si raggiunge Albinea, comune matildico dai piacevoli scorci paesaggistici. Dopo pochi chilometri ci accoglie Scandiano, il secondo centro per importanza della provincia. Dopo aver ammirato la rocca e la casa di Lazzaro Spallanzani, oltrepassato il comune matildico di Casalgrande (rievocazione in costume presso il castello il primo fine settimana di luglio) si raggiunge Castellarano, che conserva un ampio borgo storico circondato da mura (terza settimana di settembre Festa dell’Uva).
 
La successiva tappa, facilitata dalla veloce viabilità della fondovalle Secchia, è Toano, con la Pieve matildica in località “castello” e i suggestivi borghi del comune (la pieve di Massa, Cavola con l’altare ligneo del Ceccati, Manno con la sua corte, il campanile di Corneto).
 
Da Albinea si può, allungando il percorso, raggiungere Scandiano attraverso un anello che scende a sud verso Regnano (da vedere la “salsa” vulcanica) e gira poi a est verso il comune matildico di Viano. Poca sopra Regnano una deviazione è opportuna per ammirare l’antico borgo di S.Maria in Castello.